Castel Flavon a Bolzano

Il Castel Flavon rappresenta una location prestigiosa e raffinata per chi mira a distinguersi e rendere magici ed indimenticabili i momenti importanti della propria vita.

Dotato di sale interne, aree esterne e un ricercatissimo ristorante che esalta il percettore sensoriale del gusto all’ennesima potenza, è particolarmente indicato per eventi di ogni tipo in ogni stagione dell’anno come banchetti, cerimonie, riunioni, feste, cene romantiche e perché no, anche il giorno del fatidico “Sì”.

Percorrere le sale del Castel Flavon vi farà immergere in una storia centenaria e sarete accompagnati da numerosi e finissimi affreschi e quadri cinquecenteschi.

La posizione

Anche la posizione risulta essere unica e ricercata: in una cornice storica e culturale ben definita, il Castel Flavon si staglia letteralmente sui tetti di Bolzano.

Questo castello medievale infatti nasce su un’altura che sovrasta la città sottostante regalando una vista mozzafiato.
Situato esattamente in Via Castel Flavon numero 48, rappresenta una vera e propria attrazione della città trentina di Bolzano.

Qualche cenno storico

Il Castel Flavon venne edificato nel dodicesimo secolo e nasce come residenza principale dei Signori Von Haselberg.
La posizione del castello sulle rocce sovrastanti il rione di Aslago fa intuire subito il duplice scopo della costruzione: una posizione così sopraelevata è certamente più sicura per sventare o scoraggiare attacchi militari, ma è anche e senza dubbio sinonimo di grande prestigio ed importanza, è come “guardare tutti dall’alto” ed infondere nel popolo la supremazia.

Dal dodicesimo secolo in poi il castello ebbe svariati possessori e danneggiamenti dovuti agli attacchi militari nemici, ma in qualche modo riuscì sempre a non mutare la propria natura regale e reverenziale.

Nel quindicesimo secolo venne acquistato dai Signori von Völs che intuirono il potenziale strategico del castello e cercarono di riportarlo alla bellezza del passato effettuando lavori di ristrutturazione.

Purtroppo però questi interventi non furono sufficienti o per lo meno non furono adatti allo scopo di donare la bellezza perduta al Castel Flavon.

Sarà il 2001 a segnare la vera e propria rinascita del castello che per un anno intero ha subito lavori di ristrutturazione ad hoc accurati nei minimi dettagli.

I sotterranei fino ad allora distrutti ed abbandonati furono completamente ricostruiti ed il castello poté riacquistare la sua bellissima forma originale con la facciata a tre ali.

L’anno della rinascita del castello

Ma è il 2008 l’anno della vera svolta per il Castel Flavon.

E’ proprio in quell’anno che Andreas Amort e Gerhard Stecher decidono di non donare al castello solo una vita “fisica”, ma una vera e propria anima, una storia che continua nel tempo.

Così trasformano il castello in un luogo unico nel suo genere allestendo sale per riunioni, meeting, cene regali e di ogni tipo proponendo un menù assai ricercato che unisce la grande passione per la cucina ad una location dalla bellezza mozzafiato.

Solo il nome dei menù è qualcosa di unico! il Menù del Cavaliere e il Menù della Principessa per esempio constano di pietanze studiate nei minimi dettagli che riusciranno a viziare i vostri palati; il Blind Date che vi immergerà in una sorpresa continua di pietanze ed infine In vino Veritas che accompagnerà i vostri piatti con vini unici e specifitatamente selezionati per amalgamarsi come un vestito su misura alle pietanze.

Come non farsi trasportare in un’epoca passata per qualche ora di sublime eleganza?

Bolzano

info@lovebolzano.com

Torna su